SARO COSENTINO


SARO FACE

SARO FACE

Creatore di suoni e suggestioni emotive, contribuendo con la sua arte, allo sviluppo dei “suoni” di alcuni dei nomi più importanti della musica Italia ed internazionale

 

SARO COSENTINO

VAI AL COMUNICATO STAMPA DEL DISCO ONES & ZEROS Reloaded 

(2014 – Aratro Edizioni – Maracash – Self)

VAI ALL’ESTRATTO DI RASSEGNA STAMPA DEL DISCO “ONES & ZEROS Reloaded”

 

Saro Cosentino è un musicista che lavora, spesso dietro le quinte, un artigiano che più che esporsi direttamente, spesso lascia che sia la propria musica, le proprie produzioni, a parlare per lui. E’ creatore di suoni e di suggestioni emotive, contribuendo con la sua arte, come pochi altri nel nostro paese, allo sviluppo dei “suoni” di alcuni dei nomi più importanti della musica Italia ed internazionale, così come di alcune pellicole cinematografiche di altissima qualità.

 

BIO SARO COSENTINO

Saro Cosentino inizia la sua attività nei primi anni settanta, quando si trasferisce a Milano e inizia a suonare musica acustica della tradizione popolare nord-americana e blues. Collabora con musicisti della scena blues italiana e, nel 1979, forma il gruppo “Saro Cosentino entertainment blues band” di cui fanno parte Fabio Treves e Maurizio Angeletti. Con la band realizza un disco omonimo, e partecipa a festival internazionali come il “Milano blues night” ed il “Pistoia blues festival”.

Dal 1979 si interessa di musica sperimentale e musica elettronica. Nello stesso anno inizia la sua collaborazione con Franco Battiato. Con lui scrive I treni di Tozeur, brano che partecipa all’Eurofestival del 1984.

Nel 1985 forma, con l’arpista Vincenzo Zitello, il duo A’sciara, che combina la tradizione popolare celtica e la musica elettronica. La band partecipa al Festival di Riva del Garda vincendo la “Vela d’argento” per il miglior singolo dell’anno con la canzone Fill. Nel 1987 compone le musiche per lo spettacolo “macchina dell’amore e della morte” di Tadeusz Kantor e collabora alla realizzazione dell’opera “Genesi” di Franco Battiato al Teatro Regio di Parma. Nel 1988 esce il suo primo album da solista “Saro Cosentino” su etichetta l’Ottava/Emi.

Dal 1990 al 2009 alterna il lavoro di compositore a quello di produttore con numerosi artisti italiani ed internazionali, tra i quali: FRANCO BATTIATO, ALICE, PETER GABRIEL, MORGAN, MILVA, IVANO FOSSATI, RADIODERVISH, MASSIMO ZAMBONI, PETER HAMMILL, SHANKAR ,TREY GUNN, KUDSI ERGUNER, KAREN EDEN, DAVID RHODES,TIM BOWNESS, PANDIT DINESH, TONY LEVIN, LAURENCE REVEY, NATASHA ATLAS, JAKKO JAKSZYK, GAVIN HARRISON, MINO DI MARTINO. Nel 1995 con la collaborazione con Mino Di Martino dà vita al progetto TV Dinner, al disco seguirà un tour internazionale con gli Ozric Tentacles. Del 1998 è il suo album Ones and Zeros. Nel 2006 s’avvicina alla musica per immagini. Fra le colonne sonore da lui firmate ricordiamo: “Sfiorarsi” e “Rocco tiene tu nombre” di Angelo Orlando, Rough Hands “Ayadin Khachina“ di Mohamed Asli del 2011 e i documentari “La maglietta rossa” e “1960 – I Ribelli” per la regia di Mimmo Calopresti.

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi