ROBERTO ANGELINI – RECENSIONE SU JAM

11 Maggio 2011

“Attorniato da un’incredibile quantità di strumenti, il nostro è l’unico artefice dei suoni dello spettacolo (da qui ill titolo) e si divide tra tastiere, theremin, chitarre, microfoni e quant’altro, sacrificando parte del calore degli arrangiamenti acustici incisi su supporto in favore di sequenze elettroniche, la cui freddezza dei timbri è però mitigata dall’interpretazione e dallo stile dell’artista romano.” Elisa Orlandotti su Jam di maggio.

Scarica e leggi la recensione

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi