HANNO SCRITTO DI “LET’S GO, SENZA LOTTA NON SO ESSERE FELICE” DI ASSALTI FRONTALI

26 Marzo 2013

Lets_go_assalti_Copertina_stampa_small
Lets_go_assalti_Copertina_stampa_small

HANNO SCRITTO DI “LET’GO. SENZA LOTTA NON SO ESSERE FELICE

Il doppio cd pubblicato in occasione dei vent’anni dal loro primo disco “Terra di nessuno” (1992)

(Daje Forte Records/Venus)

 

(…) Varrebbe la pena per tutti ma sopratutto per le nuove generazioni, ascoltare questo doppio cd che degli Assalti ripercorre tutta la storia a partire da quella Batti il tuo tempo, che fu uno dei primi pezzi dell’hip hop cantato in italiano (…) Perchè vale la pena di ascoltare Assalti oggi? Perche c’è poesia nei loro testi. C’è consapevolezza politica e volontà di partecipazione. C’è rabbia. C’è rispetto per gli altri.

(Recensione Il Venerdì di Repubblica di Luca Valtorta 7 Settembre 2012)

 

Dopo aver detto molti No, ai quali però hanno corrisposto altrettanti Sì, gli Assalti Frontali sono ancora in attività, belli e irriducibili oggi come allora e Let’s go/Senza lotta non so essere felice fa il punto della loro avventura, regalandoci un’ottima raccolta di canzoni che, storicizzandone il lavoro, ce li mostra per quello che sono: uno dei nomi migliore della nostra canzone d’autore di sempre.

(Recensione de L’Unità di Pietro Santi, 15 Giugno 2012)

 

Il rap di Assalti è sempre più necessario, attuale, puro, universale, coraggioso e questa doppia raccolta lo conferma. (…) Un’ottima occasione, in caso, per scoprirli in un sol colpo o per riaversi del letargo e ripercorrere gli ultimi 4 lustri insieme.

(Recensione Rumore di Barbara Santi, Luglio-Agosto 2012)

 

(…) Fare la conta delle tracce che compongo questa doppia antologia basta per realizzare che ormai anche l’hip hop italiano può vantare una sua Vecchia Scuola. E che scuola, se ci consentite.

(Recensione Rockerilla di Simone Dotto, Luglio 2012)

 

(…) “Let’s Go” è una festa a cui sono invitati quanti hanno amato la posse e l’hanno seguita nel tempo ma sono soprattutto i neofiti a poter partire da qui per conoscere un pezzo importante della nostra storia, e non solo quella musicale.

(Recensione Blow Up di Gianluca Polverari, Luglio-Agosto 2012)

 

(…) Un doppio album che fa il punto sulla vicenda – artistica e non solo – di un pezzo fondamentale della storia del rap italiano. (…) Ascoltando Let’s Go sembra di sfogliare un diario di bordo che ripercorre fatti e misfatti del belpaese.

(Intervista Il Manifesto di Stefano Crippa, 19 Giugno 2012)

 

Il linguaggio non si limita a fare i conti con la realtà come un suo strumento di rappresentazione, ma la aggredisce direttamente, la sollecita a rendere risposta a questioni profonde.

(Articolo XL di Repubblica Piero Vereni, Maggio 2012)

 

 

 

Per gli Assalti Frontali è tempo di bilanci a vent’anni dall’esordio con “Terra di nessuno. (…) Nel nuovo doppio cd “Let’s Go. Senza lotta non so essere felice” troviamo alcuni dei brani più rappresentativi della loro carriera accanto ad una rilettura delle canzoni più belle di quel leggendario album, riviste e corrette.

(Intervista Il Tirreno di Guido Salotto, 21 Giugno 2112)

 

Vent’anni di Assalti Frontali. (…) Ed ecco ora per celebrare questa eccezionale longevità hip hop un doppio disco (…) per ripercorrere le più importanti tappe di una carriera impeccabile segnata da successi, moltissimi fans e una posizione politica sempre chiara e dalla parte degli oppressi.

(Articolo La Nuova Sardegna di Andrea Musio, 20 Maggio 2012)

 

Presentato a radio 3 – alza il volume 6 Giugno 2012

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi