HANNO SCRITTO DI “MALA TESTA” IL NUOVO DISCO DI ALESSIO LEGA

10 Maggio 2013

COVER_ALESSIOLEGA

COVER_ALESSIOLEGA

Alessio Lega

“Mala Testa“

è stato presentato a:

Mala Testa è stato presentato in anteprima nella rassegna barcellonese Cose di Amilcare, inserita nel cartellone di Barna Sants 2013. Alessio ha poi cantato il 29 giugno nello stadio di Camp Nou, davanti alle centomila persone venute a celebrare Lluis Llach (Premio Tenco 1979) e il 24 agosto a Peredelkino (nei dintorni di Mosca) nel concerto in memoria di Bulat Okudzava (Premio Tenco 1985).

RADIO 3  nelle trasmissioni ALZA IL VOLUME e FARHENHEIT

Live e intervista  presso il Salone Internazionale del Libro di Torino

 

RADIO 2 TWLIGHT con live e intervista il 28 luglio 2013

 

RADIO POPOLARE NETWORK

Live e intervista il 15marzo 2013 dall’Auditorium “Demetrio Stratos” di Milano

 

RADIO CITTA’ DEL CAPO Live e intervista il 15 aprile 2013

HANNO SCRITTO DI “MALA TESTA”

Ci sono molti buoni motivi per amare le canzoni di Alessio Lega, piccolo principe libero e libertario di Lecce in perenne residenza meneghina che a dispetto della Madunina e del cielo bigio ad oltranza per fortuna mantiene qualche vocale aperta del tacco d’Italia nell’eloquio e nelle parole cantate.

IL MANIFESTO – Guido Festinese

 

Sarà una conseguenza della crisi, una reazione ai rigurgiti populisti, ma c’è in giro una sana voglia di mollare le menate e di ridare contenuti e passione civile all’arte minore della canzonetta. Per questa ragione sembra arrivare al momento giusto Mala testa, il nuovo album del cantautore e militante anarchico Alessio Lega.

L’UNITA – Valerio Rosa

 

Mala testa distilla il passato e non lo rende una terra straniera, ma lo pone in contatto con un presente incandescente […] Risuona nelle coscienze colpisce al cuore, diverte, spaventa. una forte dimostrazione che si può ancora dare battaglia a colpi di canzoni.

IL MUCCHIO – John Vignola

Alessio Lega raccoglie in diciotto canzoni, divise in tre sezioni, molti dei disastri che si abbattono sugli invisi e i meno protetti, raccontati con abilità in cui si consumano indignazione e piccola poesia […] Mala testa è l’altra faccia della medaglia, un sorso d’aria non inquinata da certa stupidità discografica, Alessio Lega un cantastorie d’altri tempi di cui si sentiva nostalgia.

JAM – Roberto Caselli

Attimi di esistenze dolenti catturati con rara sensibilità, ma anche inni battaglieri alla gioia di vivere […] Alessio lascia scivolare la propria voce tra canto e narrazione, tra partecipazione e denuncia.

BLOW UP – Bruno Gambacorta

 

Canzoni ruvide, urgenti, intagliate nella materia con sapiente misura oppure lanciate a ruota libera in discesa, incanalate da Rocco Marchi su una strumentazione acustica essenziale, popolare e contemporanea, che disegna ambienti sonori familiari ma non convenzionale.

ROCKERILLA – Alessandro Hellmann

 

Lega è bravo, e in questo MalaTesta raccoglie ancora una volta, mettendole a punto, tutte le migliori capacità del cantautore folk – pop – rock tradizionale, unendo le spinte più intime a quelle più strettamente connesse al racconto storico e sociopolitico e rimanendo in qualche modo legato alla formula “resistenza e amore” che, oltre ad essere il titolo dell’album del 2004, si fa facilmente manifesto dei suoi intenti autoriali.

SENTIREASCOLTARE – Giulia Cavaliere

Lega viaggia attraverso la memoria collettiva e quella personale, fatta di libri, approfondimenti e indagini a tutto campo, scegliendo una carrellata di figure forse mai celebrate abbastanza eppure così radicate e rappresentative dell’italico sentire comune.

JUST KIDS – Andrea Barbaglia

 

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi