FRANCESCO VENERUCCI ANNUNCIA UN DOPPIO APPUNTAMENTO IN ISRAELE E PALESTINA PER PRESENTARE “TRAMAS” IL NUOVO ALBUM. LE DATE: 13/12 GERUSALEMME; 14/12 RAMALLAH.

5 Dicembre 2019

FRANCESCO VENERUCCI annuncia un duplice appuntamento in Israele e Palestina. Il pianista romano, infatti, è atteso il 13 e il 14 dicembre a Gerusalemme e a Ramallah, dove si esibirà in Duo accompagnato da Jan Rzewky al sax soprano.

FRANCESCO VENERUCCI DUO IN CONCERTO IN ISRAELE E PALESTINA (Francesco Venerucci, pianoforte; Jan Rzewsky, sax soprano)

13/12 Mamal Foundation di Gerusalemme

14/12 Conservatorio Edward Said di Ramallah

Il compositore porterà dal vivo i brani del suo nuovo disco “Tramas”, per il quale ha lavorato al fianco del sassofonista statunitense Dave Liebman. L’album è stato già presentato con un importante concerto all’Auditorium Parco della Musica di Roma, occasione in cui è stato registrato il video di “Petite Suite”, un simbolico estratto dal live, appena pubblicato su YouTube.

Link a “Petite Suite” su YouTube: https://www.youtube.com/watch?v=-oDwXADoX4I

TRAMAS, il nuovo album del pianista e compositore FRANCESCO VENERUCCI, è un disco che si snoda attraverso nove tracce, tutte originali, nel quale il comune denominatore è l’assoluta qualità di composizioni ed esecuzioni, ed un gusto che fa di questo lavoro una bellissima conferma del talento del cinquantunenne pianista romano. Jazz ma non solo; si va dalle sponde del Mar Mediterraneo a quelle atlantiche direzione New Orleans, dall’Africa all’Europa. Fra le composizioni spicca la dedica alla tragedia del Ponte Morandi di Genova del 2018, testimoniata dall’intensità del brano “August 14th”.

Per la seconda volta su disco al fianco di Venerucci (la prima fu nel suo precedente lavoro Early Afternoon) il sassofonista statunitense DAVE LIEBMAN, uno dei più importanti interpreti del jazz mondiale degli ultimi cinquanta anni.  La base del disco, composta da un quintetto, vede nella tromba dello spagnolo RICARDO FORMOSO una sponda di dialogo musicale importante con i due leader. Completano il lineup una ritmica solida e creativa composta da due giovani talenti del jazz italiano come il contrabbassista TANCREDI EMMI e il batterista BRUNO TAGLIASACCHI MASIA, e la presenza, in alcuni brani, de I SUONI DEL LAGO STRING QUINTET e del bandoneista GIANNI IORIO.

“Ho iniziato a comporre perché non sapevo suonare la musica degli altri”

Edward Kennedy “Duke” Ellington

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi