CECCO E CIPO TORNANO CON IL SINGOLO “ANCORA UN’ALTRA VOLTA” PRELUDIO AL PROSSIMO DISCO DI INEDITI.

19 Marzo 2021

Esce oggi, venerdì 19 marzo, “ANCORA UN’ALTRA VOLTA” il nuovo singolo di CECCO E CIPO. 

Link all’ascolto del brano: https://backl.ink/144981618

Duo toscano che ha conquistato l’attenzione mediatica durante le audizioni dell’ottava edizione di X Factor con una performance irriverente e cliccatissima, Cecco e Cipo hanno 4 album all’attivo, che contano oltre 4 milioni di stream su Spotify, e centinaia e centinaia di concerti in tutta la penisola. 

Negli anni si fanno conoscere e apprezzare da un pubblico sempre più ampio, grazie alla loro peculiarità, l’arte del racconto: un gusto innato per lo storytelling che li contraddistingue fin dagli esordi, portato avanti nei loro brani attraverso formule sempre pungenti e ironiche.

Il nuovo singolo “Ancora un’altra volta” anticipa il quinto album di inediti del duo: un lavoro che arriva a 2 anni di distanza dal precedente “Straordinario”, un disco portato a lungo in tour nei principali club e festival nazionali e che ha consolidato il favore del pubblico, affascinato dallo stile sincero e mai banale del duo.

Link all’ascolto del brano su YouTube: https://www.youtube.com/watch?v=5QLbje1tT8Y

GUIDA ALL’ASCOLTO DEL BRANO “ANCORA UN’ALTRA VOLTA”

Come quando una farfalla si poggia sulla nostra spalla, e veniamo delicatamente scaraventati di fronte all’immensa bellezza della vita, così, quando lei poggia la testa sulla nostra spalla, chiediamo che quel momento non finisca mai, come fossimo in loop temporale. 

Ancora un’altra volta, e un’altra volta ancora.

Etichetta: Blackcandy Produzioni

Distribuzione: Believe

Ufficio Stampa e Promozione: Big Time

CREDITS

Testo: Fabio Cipollini, Simone Ceccanti

Musica: Fabio Cipollini, Simone Ceccanti, Federico Gaspari

Produttori: Samuele Cangi, Lorenzo Buzzigoli

“ANCORA UN’ALTRA VOLTA” – TESTO

Il sole tramonta d’inverno

ma stasera è della luna che parleremo

ti guardo e mi sento contento

come fossi un vitigno al plenilunio 

che bello quando ti posi su di me, con la testa sulla spalla, come una farfalla

o quando non manchi che te, sotto l’ombrello che mi hai prestato

sei bella che sembri un’attrice degli anni sessanta 

un piacere sublime devasta lo sguardo 

che spesso si ostina a guardare più in là 

quegli occhi da falco che fanno da incanto alla nostra vallata confondono tutte le prede

condiscimi col niente, sono pronto, mi va bene

distruggi e ricomponi questo instante che sovviene 

aiutami a mangiare, ed io mi sento già bene

Ancora un’altra volta

e un’altra volta ancor

non sono come i tuoi, amici che non hai, e non lo saprai mai

che ti spoglio con gli occhi, e mi vengono i dubbi, che se poi te accorgi? boh

l’amore è già una scusa, al gusto di pretesa

non perderti tutti i sapori, è tutto da morire quando sei con me.

a che serve, dirsi poi “ti amo”?

sei bella che sembri un’attrice degli anni sessanta 

un piacere sublime devasta lo sguardo 

che spesso si ostina a guardare più in là 

quegli occhi da falco che fanno da incanto alla nostra vallata confondono tutte le prede

Ancora un’altra volta

e un’altra volta ancora

Ancora un’altra volta

e un’altra volta ancora

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi