TERESA DE SIO

Con “TERESA CANTA PINO” il mondo musicale di Teresa De Sio si fonde con quello di Pino Daniele, dando nuova vita ad alcuni storici brani, senza stravolgerli ma immergendoli nelle sonorità tipicamente folk-rock di Teresa.


TERESA DE SIO BIOGRAFIA

Teresa De Sio, nata a Napoli, stato mentale spericolato, stile musicale folk muscolare, fa dischi da anni.È libera, indipendente, innovatrice e sperimentatrice. I suoi album, infatti, (due milioni e mezzo di copie vendute), li ha sempre decisi da sola, voluti con determinazione e autoprodotti.
Dal 2004 li ha anche pubblicati attraverso la propria etichetta indipendente, la C.O.R.E., fondata all’inizio degli anni 2000, E' lei a decidere quando pubblicarlo e quali canzoni ci saranno, quale grafica utilizzare, quali foto e quali le attività per portarlo alla conoscenza del pubblico.

Ama presentarsi come una folksinger d’autore: “…la musica folk è il rock del popolo. Con il folk si impara a rispettare gli uomini e le donne del nostro mondo, a riconoscerne il passato e grazie a quello guardare al futuro.”
I suoi maestri sono stati Matteo Salvatore, Domenico Modugno, i Cantori di Carpino, musicisti che vivono la musica come un prolungamento della propria esistenza, paladini della tradizione orale. Negli anni ha rappresentato la coerenza e la forza al rinnovamento.

Profonda ed antica l'amicizia con Pino Daniele, soprannominati il re e la regina di Napoli o come amavano definirsi loro il gallo e la gallina. Il suo ultimo lavoro discografico e dedicato proprio all'amico scomparso. Teresa infatti entrando in studio ha deciso di posticipare il suo album di inediti per dare la precedenza al proprio atto devozionale nei confronti del grande musicista partenopeo scomparso prematuramente.

Artista poliedrica ha sempre amato il confronto e la contaminazione. Innumerevoli le collaborazioni con artisti quali, Pino Daniele, Fabrizio De Andre’, Brian Eno, Steward Copeland, Capossela, Giovanni Lindo Ferretti, Daniele Sepe, Raiz, Ginevra Di Marco, Peppe Voltarelli, Piero Pelu’, Fiorella Mannoia, Ivano Fossati, Mauro Pagani e molti altri.
Porta in giro per il mondo la sua musica nei Festival più importanti, da Ravello a Bangkok, da New York a Istanbul. Il suo impegno artistico non si ferma tuttavia alla musica: è infatti ispiratrice e autrice del film Craj oltre che apprezzata autrice di romanzi: “Metti il diavolo a ballare” (Einaudi 2009) e L'Attentissima (Einaudi 2015).

Tra il Natale del 2013 e i primi giorni del 2014, Teresa è invitata da Pino Daniele a far parte di “Napule è tutta n’ata storia”, cinque concerti al Palapartenope di Napoli. L’occasione è d’oro per le seimila persone che ogni sera riempiono lo spazio: Teresae Pino insieme, a cantare e suonare “Voglia ‘e Turnà”, “Quanno Chiove” e “Napul’è”, senza nostalgia, ma con calore e affetto, come se il tempo non fosse mai passato. La magia del Re e la Regina di Napoli si rinnova così nella musica.

Tra il 2014 e il 2016 si dedica oltre che alla scrittura del romanzo L'Attentissima, ancora alla musica folk ed ai concerti: arene e teatri soprattutto, ma mentre lavora alla stesura di nuove canzoni sente forte l'esigenza di omaggiare Pino Daniele, l'amico di sempre, per questo a gennaio 2017 vede la luce Teresa Canta Pino. Un lavoro devozionale.  Una play list scelta tra le canzoni più significative di Pino Daniele, quelle che Teresa sente più vicine a lei. In cui i mondi di due artisti diversi e complementari s’incontra e si fonde. L'album contiene anche un regalo a Pino. Una canzone scritta apposta per lui, per l'amico, il fratello elettivo. O' Jammone. Vero atto devozionale.

VIDEO TERESA DE SIO

Video ID missing!

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere aggiornato!


Ricevi HTML?